INTERVENTI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVITUTTE LE NEWS

16 maggio 2017

Con l’entrata in vigore del dlgs 222/2016, che apporta modifiche al dpr 380/2001, scompaiono definitivamente la DIA, la super DIA e la CIL lasciando il posto a 5 titoli abilitativi:

EDILIZIA LIBERA (SENZA NECESSITÀ DI ALCUN TITOLO)
Sono ad esempio realizzabili in edilizia libera, e quindi senza alcun titolo abilitativo, gli interventi di manutenzione ordinaria; interventi di installazione delle pompe di calore; interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche che non comportino la realizzazione di manufatti che alterino la sagoma dell’edificio (ascensori esterni); installazione di pannelli solari e fotovoltaici e opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, che siano contenute entro l’indice di permeabilità.

SCIA (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ)
Per gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo qualora riguardino le parti strutturali dell’edificio; interventi di ristrutturazione edilizia; interventi di realizzazione ed integrazione di servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni di uso; varianti a permessi di costruire che non configurano una variazione essenziale, a condizione che siano conformi alle prescrizioni urbanistico-edilizie ed interventi di frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari.

SUPER SCIA (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ ALTERNATIVA AL PERMESSO DI COSTRUIRE)
La SCIA alternativa al permesso di costruire (ossia la super SCIA) è finalizzata per interventi di ristrutturazione che implicano modifiche sostanziali come variazioni alla volumetria e ai prospetti, cambio di destinazione d’uso degli edifici nel centri storici, cambio di sagoma degli edifici vincolati; interventi di nuova costruzione o ristrutturazione urbanistica disciplinati da piani attuativi e accordi negoziali che contengono precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive; interventi di nuova costruzione che attuano strumenti urbanistici generali recanti precise disposizioni plano-volumetriche.

PDC (PERMESSO DI COSTRUIRE)
Tutti gli interventi di ristrutturazione, trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio nonché di nuova costruzione sono subordinati a permesso di costruire.

CILA (COMUNICAZIONE INIZIO ATTIVITÀ ASSEVERATA)
Gli interventi non riconducibili a edilizia libera, a SCIA o a permesso di costruire sono realizzabili previa comunicazione asseverata di inizio lavori. Il tecnico attesta sotto la propria responsabilità che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti e che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell’edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell’edificio.